coffee cake all’albicocca

Wait – non è quello che pensate. La coffee cake è una torta per il caffè, non con il caffè. La prima volta la assaggiai in un bel ristorantino vegan a Berlino un milione di anni fa (scopro ora che è chiuso! Si chiamava Hans Wurst e oltre alla torta di cui sopra, mi aveva fatto assaggiare un seitan accompagnato da una salsa al vino che non sono mai riuscita a riprodurre!). Ero convinta che mi sarebbe arrivata una torta marmorizzata dai sapori forti, invece era solo una cosa soffice e morbidosa con tante briciole sopra. Yes, doppia consistenza per godere appieno dell’inzuppo selvaggio in una bella tazza di caffè americano, o di cereali.

Torta presa e messa nel dimenticatoio fino a qualche giorno fa, quando mi capita una ricetta tra le mani e mi tuffo in cucina. L’autrice, manco a dirlo, è la nostra beniamina Isa Chandra Moskowitz, autrice di tutte le bibbie vegane possibili e immaginabili (adesso anche in italiano!) , maestra della delizia e creatrice di cose al limite dell’infarto, da poco mente&braccio di un super ristorante a Omaha (http://www.modernloveomaha.com/). Avete Instagram? Bene, è il caso di seguirli (@modernloveomaha) e desiderare intensamente un viaggio negli States.

Mamma Isa, grazie per questa torta!

Processed with VSCOcam with a5 preset
Ricetta tratta da: Vegan Brunch di Isa Chandra Moskowitz, pag 172

Cosa serve:

[TOPPING]

1 tazza di farina integrale = 120 g

1/2 tazza di zucchero di canna integrale = 50 g

1 cucchiaino di cannella

1/4 di cucchiaino di noce moscata

1/4 tazza di olio di girasole spremuto a freddo = 44 ml

[TORTA]

3/4 tazza di latte di mandorla (o soia) = 160 ml

1 cucchiaino di aceto di mele

1/3 tazza di zucchero integrale di canna = 35 g

1/2  tazza di olio di girasole spremuto a freddo = 88 ml

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

1 1/4 tazza di farina integrale = 160 g

2 cucchiaini di lievito per dolci (cremor tartaro)

1/2 cucchiaino di sale

marmellata di albicocche (senza zucchero) a piacere

Come si fa:

Ungete uno stampo rotondo, dal diametro di 20-22 cm.

Preparate il topping mescolando tutti gli ingredienti fino a ottenere una sabbia bagnata (eventualmente aggiungete altro olio, dice lei. Fatevelo bastare, dico io).

Preparate la torta: in una terrina mescolate il latte con l’aceto e fate riposare qualche minuto. Unite poi l’olio, lo zucchero e la vaniglia e sbattete energeticamente. Setacciate la farina, il lievito e il sale, mescolando senza formare grumi.

Versate l’impasto nello stampo, unite qualche cucchiaiata di marmellata qua e là, tiratela in giro con la punta di un coltello e infine sbriciolate il topping in superficie, compattandolo tra le dita.

Cuocete in forno caldo a 180° per 35-40 minuti, fino a che il solito stuzzicadenti infilato non esce asciutto.

Fatela raffreddare e gustatela con un caffè di cicoria, come ho fatto io: se poi avete anche un buon libro – come tutti quelli di Yates, ad esempio – siete a cavallo.

2 pensieri su “coffee cake all’albicocca

    1. assolutamente sì! funziona alla perfezione. tazze e cucchiaini per me sono la svolta, ma ti capisco. pensa che li ho pesati tutti, dato che dalle tabelle di conversione mi uscivano grammature assurde! ;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...